Informazioni

Il sitoCreatoreEvoluzionarioIscrizioneGiocoMilliSecondi

Il sito si dispone:

  • Su un pianeta tridimensionale (quale semiotica migliore) composto da codice interamente open source e di facile utilizzo e modifica.
  • Gli oggetti cliccabili sulla superficie riassumono le tematiche più comuni ad ogni essere umano (Creatività, ecologia, parlamento, lavoro, salute etc).
  • In ogni sezione si raccolgono gli strumenti principali, e le nuove possibilità di partecipazione, dalla spesa online a chilometro zero e il riciclo, fino alle arti collettive, gli eventi e le petizioni. Insomma alla partecipazione.

Il gioco

  • Invita alla creatività di gruppo, sia all’arte fine a se stessa, che all’arte propositiva da usare in tutti i settori della vita.
  • È rivolto principalmente a blogger e persone creative
  • Pensato anche per ludopati, prova ad invertire la tendenza all’alienazione, raccogliendo il tempo perso, e rimagnetizzandosi verso un approccio si ludico, ma finalizzato alla vita reale.
  • Nel corso del gioco si sveleranno guide utili, compreso un vademecum utile ad ottenere un sito come questo, adatto a privati e creativi. Sbloccheranno ad ogni livello di gioco, parti di guida su come ottenere un ambiente personale gratuito e più autonomo possibile, che faciliti l’informazione e l’interazione, nonché la sopravvivenza personale.

La guida di costruzione, su cui si basa anche questo sito:

Potenzialmente una release di wordpress che raccoglie solo codice libero (utilizzando solo le parti free dei plugin), comprensiva di

  • calendario che importa eventi dal web
  • negozio per il proprio usato e le proprie opere creative o eventuali servizi di lavoro
  • predisposto per spedizioni internazionali e incasso multiplo anche in bitcoin
  • calcola in punti la solidarietà ricevuta dagli utenti, premettendola ad eventuali valori cinicamente commerciali
  • Nella guida si suggerisce anche un semplice disclaimer per artisti e privati cittadini, rivolto a supporto della completa auto-produzione e auto-determinazione

Il sito è in costante evoluzione per due motivi:

  • in primis, contro la disinformazione diffusa, uno studio riassuntivo sulle possibilità di coinvolgimento popolare all’evoluzione globale. Non prescindendo quindi dalle questioni personali di ogni individuo. Tutto da calibrare. Con la consapevolezza che nemmeno le aree più libertarie hanno la possibilità materiale di aprire alla partecipazione di massa, ma che potrebbero avere voglia di farlo.
  • non secondaria la speranza di partecipazione anche tecnica da parte di un’utenza ragionevole.

Si pone l’attenzione sull’informatica:

  • Può rivelarsi un pericolo epocale, ma anche il contrario, dipenderà molto da come la si usa. Per questo è importante non divinizzarla ne demonizzarla ma attenzionarla e prendere atto della svolta, di petto.
  • È importante schierarsi con l’informatica di pubblico dominio (non solo open source), per difendere il diritto di libera programmazione e per garantire il diritto alla trasparenza dei programmi e servizi istituzionali, mettendone pubblicamente in discussione l’intera codifica.
  • In relazione al medesimo principio di diritto, è utile non demonizzare il deep web col termine di darknet ma saper distinguere tra il diritto ad una comunicazione diretta e liberamente senza filtri, ed il tipo di reati gravi che vanno risolti a monte.
  • Nell’era dei monopoli che stanno uniformando il mondo è vitale distinguere tra sistemi privati e sistemi di pubblico dominio, quindi è importante sostituire i nostri mezzi quotidiani, con omologhi open source, uno tra tutti, sostituire Windows con Linux.
  • Dato per scontato che la sola esistenza nella società globale pone tutti nella condizione di pubblico personaggio (inutile star lì..) e che la comunicazione è a tutti gli effetti una risorsa centrale per i mercati, e utile che le persone imparino le dovute difese e non restino “web-clochard“.
    Perché regalare i proventi della propria creatività in reti social quando i siti personali possono di per se stessi diventare rete sociale?
    Dovremmo abituarci a detenere i contenuti d’autore a monte, in un proprio spazio web Comprensivo di casella postale possibilmente pec, vetrina pubblica, e area veramente privata, anziché direttamente sui social. Così da trarre diretto vantaggio dalla propria comunicazione e dalla propria creatività senza cederla a sproposito, senza censure e senza meccanismi subdoli di delazione.

Ci tengo a ringraziare:

gli sviluppatori e le comunità di Linux, Altervista, WordPress, woocommerce, buddypress, il consorzio w3c e molti altri che stanno rendendo possibile questo esperimento di partecipazione artistica e sociale.
Questo è un invito anche per te che leggi, a partecipare allo sviluppo per la riuscita di un esperimento collettivo.

Grazie dell’attenzione, torna al pianeta e prova a giocarci…

Mi chiamo Red Dolphin, ma non parlo di me, preferisco dire cosa sto architettando: Modificando un semplice blog sto progetto una vetrina per poveri a 360 gradi. Questo non è un sito commerciale ne redazionale. È la mia gioconda. Arte di computare. Nonché la vetrina nella quale ospito gratuitamente gli artisti con cui collaboro. E con l’occasione ne faccio un vademecum per gli utenti che vogliono farsi, come me, una casa nel web. Ma soprattutto scrivo, come piace a me. Ognuno ha, non solo il diritto, ma anche il dovere, di curare il mondo in cui vive ed essere propositivo. Essere EvoluzionarioPenso che si possa avere un diverso approccio alle tecnologie per risparmiare soldi, energia, banda, ma  soprattutto il tempo vita. Ecco come nasce Evoluzionario. Iscriviti per partecipare alle discussioni e cumulare MilliSecondi.

“Non importa quando larga sia la banda, ma come la si usa!”

Etimologia
Evoluzione politica...
Utopia?
Evoluzione tecnologica...
Chi è evoluzionario?
Evoluzionario nell’800...
L’iscrizione è gratuita.

Ti chiedo solo di presentarti, questo è un blog privato e non posso far iscrivere persone di scarsa etica, non me lo posso permettere.

 

Chi partecipa dovrebbe rispettare l’etica del sito e soprattutto non valicare limiti di legge. In questi casi risulta obbligatorio intervenire anche quando non lo si ritiene giusto, per la salvaguardia giuridica del sito e del relativo proprietario. Ma odio la censura quindi in caso di dubbi, contattami prima di pubblicare.

Uno degli obiettivi è dimostrare che la naturale evoluzione passa soprattutto dalle creatività, dalle difficoltà e anche dalle idee degli incompresi. Se vuoi partecipare con me a questa dimostrazione, iscriviti. 🙂

La versione completa del regolamento la puoi trovare qui.

La pubblicazione dei link nelle apposite sezioni, è riservata a creativi e pensatori e alla divulgazione di opere o altro, a seconda delle tematiche. E’ vietato ”spammare”. Nel dubbio, prima di pubblicare un link, contattami

Il gioco, che è utile per imparare a scegliere un nome d’arte e curare la tua immagine pubblica, consiste in un baratto pubblicitario per facilitare la propaganda solidale.
Propongo così la tendenza sociale inversa ai vari “second life” che impestano il web. Usare uno schema di gioco, (GdR) come stimolo a immedesimarsi in se stessi sentendosi cittadini sovrani del mondo, con maggior determinazione.
Fammi iscrivere al tuo spazio web per contraccambiare il gioco di una rete solidale. Se hai difficoltà a crearti un sito con le stesse caratteristiche, contattami che posso aiutarti.

PUNTEGGI

Viandante = 0-500
Ospite = 500-1.000
Propositivo = 1.000-5.000
Creativo = 5.000-10.000
Artista = 10.000-100.000
Pensatore = 100.000-1.000.000
Evoluzionario
I MilliSecondi non sono solo dei punti con cui ottenere sconti, o cose e prestazioni gratis. Sono:

  • Un esperimento informatico in beta test.
  • un modo di aiutare le persone comuni e in difficoltà ad ottenere le cose a prezzo minore in cambio di solidarietà vera e propria, uno stimolo quindi alla coesione sociale.
  •  Sono una feroce critica al capitalismo e persino una proposta di uscita dai mercati e dal denaro stesso, mantenendo un sistema di calcolo come avviene per il denaro in borsa o nelle banche, come le banche del tempo ma personale. Insomma il calcolo in forma di baratto, del proprio tempo e del tempo ricevuto in prestito. Raffinato in Millisecondi appunto

Come funzionano

Facendo propaganda solidale verso evoluzionario.eu riceverai dei millisecondi, corrispondenti ad un baratto pubblicitario, che avranno valore solo sul mio sito.

a cosa servono:

Puoi usarli per ottenere le cose che trovi nella vetrina delle opere, usa i punti al posto del pagamento paypal.

come ottenerli

Solo dopo l’iscrizione, ovviamente gratuita, potrai ottenere Millisecondi:

  • Partecipando attivamente alle discussioni;
  • Condividendo i contenuti con i pulsanti social;
  • Inserendo sul tuo blog il link che troverai nel profilo;
  • Incrementando i visitatori e gli iscritti;
2 Ms Per ogni discussione o commento effettuato o ricevuto
20 Ms per ogni visitatore portato col tuo link personale
200 Ms per ogni nuovo iscritto a tuo nome

Premi extra

A chi potrà documentare la realizzazione di opere o Propositi attinenti agli articoli del sito, riceverà Millisecondi Extra.

Mondo dei creativi